PTOF

Visualizza il testo con caratteri grandi Visualizza il testo con caratteri medi Visualizza il testo con caratteri medi

PIANO DELL'OFFERTA FORMATIVA  TRIENNALE  2016 - 2018

 

IL PTOF dell’IC CAPUOZZO  è   caratterizzato  da principi di trasparenza, efficienza e flessibilità - ai sensi del DPR 275/99  e  trova rinnovato impulso in virtù  del comma 3 della Legge 107/2015 che consente un potenziamento dell’orario scolastico oltre i modelli ed i quadri orari tenendo  conto delle scelte e delle opzioni delle famiglie degli alunni.

IL Piano dell’Offerta   prevede pertanto un potenziamento dell’orario scolastico per il primo biennio della scuola primaria e per le classi prime della scuola secondaria di I grado sfruttando l’organico di potenziamento  che ottimizza l’ attuazione della dimensione locale dei percorsi formativi.

Il  PTOF,  ispirato ai principi Uguaglianza-Imparzialità e Regolarità   della Costituzione italiana,  pone  alla base dell’intero percorso  formativo la centralità dell’alunno collocandolo  al centro  del processo di insegnamento e apprendimento:  la costruzione di  un piano dell’offerta formativo nel quale il curricolo è strutturato a misura dell’alunno consente pertanto all’Istituto di realizzare la propria “mission“ con i seguenti obiettivi:

  • Garantire il successo formativo di “tutti e di ciascuno” (Legge 53/2003) attraverso interventi su gruppi di  livello, individualizzati, personalizzati;
  • Promuovere l’integrazione e l’inclusione (Legge107/2015; Legge 517/77 e ss.ii.mm.; Legge 170/2010 e D.M. 566/2011; Circ. Min. prot.2563 del 23/11/13), attraverso una didattica flessibile e pluriarticolata;
  • Assicurare la valorizzazione delle potenzialità individuali e delle eccellenze (DPR275/99) attraverso meccanismi di premialità, interventi di potenziamento; interventi su micro gruppi flessibili; eventi culturali;
  • Potenziare le lingue straniere in particolare quella  inglese e spagnola con metodologia propedeutica al metodo CLIL;
  • Potenziare le competenze informatiche attraverso attività laboratoriali propedeutiche alla certificazione EI-PASS, in coerenza al PNSD;
  • Potenziare l’utilizzo didattico dei linguaggi artistici diversificati, attraverso esperienze intensive e pluriarticolate di ampliamento dell’offerta formativa per la valorizzazione delle” intelligenze multiple” (Gardner).
  • Offrire interventi formativi che stimolino il pensiero critico e la dimensione della cittadinanza attiva ;
  • Fornire opportunità, eventi e percorsi che rendano gli alunni non solo fruitori di sapere ma produttori di cultura (Premio letterario e artistico “Gennaro Capuozzo”)

 

ASSI CULTURALI FONDANTI

Il POFT è fondato da nove anni sugli gli assi culturali, trasversali a tutte le attività curricolari ed extracurricolari. Il riscontrato successo formativo degli alunni e l’apprezzamento della scuola sul territorio ne hanno ribadito la pertinenza in quanto ché,  posti alla base del curricolo e dell’ampliamento dell’offerta formativa, essi definiscono l’identità culturale della scuola, nella quale la vision del Dirigente si fonde alla mission della Scuola orientata dal  Collegio dei Docenti.

Ad ogni asse culturale corrispondono finalità ed obiettivi didattico–formativi raggiungibili attraverso attività curricolari ed extracurricolari riconfermate e/o previste per il prossimo triennio attuabili anche in virtù della quota dell’ autonomia e mediante  l’ organico di potenziamento.

I nove assi culturali fondati del nostro piano formativo  sono i seguenti:.

1. Cultura e legalità;

2. Intercultura ed Inclusione permanente;

3. Ambiente e territorio;

4. Salute e benessere;

5. Tecnologia e didattica digitale-certificazioni EiPass ;

6. Sicurezza;

7. Atelier artistici ;

8. Lingua straniera( inglese e spagnolo ) - certificazioni Trinity;

9. Sport

 

LA FLESSIBILITA' DIDATTICA ED ORGANIZZATIVA

 

Come già previsto dal DPR 275/99, ribadito dal comma 3 della legge 107/15 l’utilizzo di strumenti di flessibilità trova nuovo impulso con la dotazione dell’organico di potenziamento. L’Istituto Capuozzo ha già sperimentato lavori a “classi aperte”, laboratori di continuità verticale, che quest’anno impegnano un centinaio di alunni tra Scuola Primaria e Secondaria.

Ai sensi della L. 107/2015 è prevista una articolazione più flessibile dell’offerta formativa utilizzata sia nelle attività curriculari che extra curriculari che contempli le azioni di seguito elencate:

  • eventuale rimodulazione plurisettimanale del monte ore settimanale dei docenti;
  • interventi personalizzati e/o individualizzati per alunni con BES nell’ambito di processi di inclusione, integrazione per alunni con BES e per alunni H;
  • interventi didattici su gruppi flessibili di alunni suddivisi per “fasce di livello didattico” per la scuola primaria;
  • interventi su micro - gruppi di alunni DSA con strumenti compensativi anche per alunni con ritmi lenti di apprendimento per la scuola primaria;
  • interventi a classi aperte per scuola secondaria I grado (per potenziamento recupero all’interno del gruppo del gruppo classe con organico di potenziamento);
  • interventi di didattica laboratoriale per gruppi di alunni con metodologia peer to peer, tutoring, cooperative learning; ricerca/azione;
  • laboratori di continuità “a classi aperte” inter-segmento: scuola dell’infanzia/I cl. scuola primaria;
  • laboratori di continuità “a classi aperte” inter-segmento: scuola primaria/I cl Sc sec I grado;
  • laboratori curricolari “a sezioni aperte” per laboratori scuola dell’infanzia per < campi di esperienza>

 

PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE  (PNSD)

Il PNSD è un documento pensato per guidare le scuole in un percorso di innovazione e digitalizzazione, come previsto nella Legge 107/2015 –“La Buona Scuola”. Il documento, di indirizzo, punta a introdurre le nuove tecnologie nelle scuole, a diffondere l’idea di apprendimento permanente (life-long learning ) ed  estendere  il concetto di scuola da luogo fisico a spazi di apprendimento anche virtuali (classi aumentate).

Si tratta di un’opportunità di innovare la scuola, adeguando non solo le strutture e le dotazioni tecnologiche a disposizione degli insegnanti e dell’organizzazione, ma soprattutto le metodologie didattiche e le strategie usate con gli alunni in classe.

Già da diversi anni nel nostro Istituto sono in atto una serie di riflessioni sul ruolo delle nuove tecnologie e dei nuovi media nella didattica, intesi sia come strumento di apprendimento sia come oggetto di studio per stimolare un approccio consapevole e creativo all’utilizzo da parte di docenti e studenti.

Per favorire l'integrazione delle nuove tecnologie nella didattica quotidiana, l’I.C. Capuozzo si è posto l'obiettivo di modificare gradualmente gli ambienti di apprendimento, di integrare i linguaggi della scuola, gli strumenti di lavoro e i contenuti.

Quest'approccio consentirà di abbandonare il tradizionale concetto di classe come ambiente chiuso di apprendimento, per arrivare a creare nuovi spazi di apprendimento aperti al mondo.

Le azioni già intraprese dal ns Istituto sono la copertura wi-fi di tutti gli ambienti di lavoro (in via di realizzazione), il registro elettronico, l'utilizzo delle LIM e la Tablet Room (di prossima istituzione); L’introduzione delle lavagne interattive multimediali (LIM) corredate da un videoproiettore e da un notebook è stato il primo passo concreto del graduale percorso di innovazione didattica in ambiente digitale. Il registro elettronico e la Tablet Room modificano gli ambienti di apprendimento attraverso l'utilizzo costante e diffuso delle tecnologie a supporto della didattica. In tale ottica, l’I.C. Capuozzo intende predisporre una innovativa organizzazione spazio/temporale per utilizzare le innovative tecniche didattiche e le metodologie di insegnamento/apprendimento grazie ai fondi europei.

Inoltre, come da nota 17791 del 19/11/2015, anche nel Nostro Istituto è stata nominata la figura dell’ “Animatore Digitale”, volta a “favorire il processo di digitalizzazione delle scuole nonché diffondere le politiche legate all’innovazione didattica attraverso azioni di accompagnamento e di sostegno sul territorio del Piano Nazionale Scuola Digitale ”. L’AD, in sinergia con il Dirigente Scolastico ed il DSSGGAA, ha predisposto un articolato piano triennale di azioni da intraprendere per raggiungere i seguenti obiettivi:

a. diffondere la cultura del digitale a tutta la comunità scolastica: Alunni, Docenti, ATA, Famiglie;

b. facilitare la trasformazione degli studenti seppur «nativi-digitali» da «fruitori passivi»  in utenti consapevoli di ambienti e strumenti digitali, ma anche in produttori, creatori, progettisti;

c. coinvolgere il personale docente in percorsi didattici innovativi;

d. aderire a reti di scuole come centri di ricerca e formazione.

 

Il campo operativo dell’A. D. riguarda tre ambiti che costituiscono  parte integrante del PTOF della Scuola:

  • La formazione metodologica e tecnologica dei docenti;
  • Il coinvolgimento degli STAKEHOLDERS;
  • La progettazione di soluzioni metodologiche e tecnologiche sostenibili da diffondere all’interno degli ambienti della scuola .

Per gli interventi di formazione e condivisione delle metodologie innovative il contesto di riferimento è quello del blended learning  proposto da Avanguardie Educative, da eTwinning, e da EdMondo, ovvero:

  • Spazio flessibile (aule 3.0)
  • Didattica collaborativa
  • Flipped Class (Didattica capovolta)
  • Aule laboratorio disciplinari
  • Coding e Robotica Educativa
  • Registro Elettronico
  • Ambienti di apprendimento 3D

 

RETI DI SCUOLE E COLLABORAZIONI ESTERNE

Numerosi sono i progetti già svolti in rete con altre scuole viciniori; attualmente l’I.C. Capuozzo è parte integrante nelle seguenti reti:

Rete” Napoli Centrale” - l’I.C. Bovio- Colletta, I.C. Alberto Mario, I.C. Confalonieri, ITI Da Vinci, ITI Caruso, L.C. Garibaldi, IC Gabelli - Progetto ministeriale di valutazione per la formazione e l’autoformazione del personale docente per gli alunni DSA/BES,

Rete” CA.MO.CO”: Montale, Bovio, Colletta -  Progetto: “lo specchio delle meraviglie” per alunni con disabilità. Avviso Miur prot.00001061 del15/10/15.

Rete:” Legalizziamoci” - Montale, Solimena, Capuozzo, Casola - Progetto: “Sulle ali della legalità”- Avviso Miur prot.0000990 dell’1/10/15.

Rete: C.D- .Montale, Aliotta, ICS S.Pertini, Giovanni XXIII - Progetto: “Assoli collettivi” per combattere la dispersione scolastica. Avviso Miur prot n. 0001138 del 30.10.2015.

Rete: capo-fila G. Fortunato -  Progetto: “Musicart” partecipazione all’Avviso MIUR 0001137 del 30.10.2015.

Rete ITIS Giordano (capo-fila), Marconi,Torrente, 2° CD di Bacoli - Progetto per l’implementazione del piano nazionale digitale e per la rete di promozione della cittadinanza digitale con le scuole.

Rete ITI. A. RIGHI (capofila) - Progetto IN_FORM@ZIONE CAMPANIA individuazione di istituzioni scolastiche per la formazione degli animatori digitali art. 31 comma 7 del D.M. 435/ 2015 -  Protocollo Miur AOODRCA/R.U. 14213 del 23 Dicembre 2015.

 

ACCORDI - PROTOCOLLI D'INTESA - CONVENZIONI

Associazione Onlus Nèfesh (psicologi e psicoterapeuti) che curano lo sportello ascolto per alunni, genitori e docenti in difficoltà.

Università degli Studi di Napoli “Federico II” Facoltà di Agraria a seguito della partecipazione al bando “#lamiascuolaccogliente”.

Oratorio Salesiano “Don Bosco” condividendone gli obiettivi formativi, i valori fondanti, iniziative, spazi e locali in occasione di “eventi”;

Associazione IAAM (Italian Association for Arts and Music), per la promozione della cultura musicale alla Sc Infanzia e Sc Primaria ;

Ente certificatore accreditato dal MIUR per la certificazione delle competenze di lingua inglese;

Associazione Sportiva Asd “Indomita” per utilizzo della “palestra Capuozzo”, aperta al territorio.

Ente accreditato EiPass per la certificazione delle competenze i nformatiche.

 

IL PTOF E' STATO APPROVATO ALL'UNANIMITA  DAL CONSIGLIO DI ISTITUTO IL  il 14/01/16.

 

Clicca di seguito per visualizzare il documento completo del PTOF  dell'Istituto per il Triennio 2016 - 2018


Allegati

Contatti

Contatore visite